Ionoforesi

ionoforesiPer ionoforesi  si intende l'introduzione di un farmaco( Orudis, Artrosilene, Voltaren…) nell'organismo attraverso l'epidermide (somministrazione per via transcutanea attraverso due elettrodi), utilizzando una corrente continua prodotta da un apposito generatore.

Utilizzata nell’ambito fisioterapico in associazione alla terapia manuale permette una rapida guarigione dagli stati infiammatori e dolorifici.

I vantaggi della somministrazione di farmaci con questa modalità sono essenzialmente:

  1. Evitare la somministrazione per via orale, intramuscolare ed endovenosa.
  2. Applicare il farmaco direttamente nella sede corporea interessata dalla patologia.
  3. Permettere l'introduzione del solo principio attivo, senza veicolanti (eccipienti).
  4. Iperpolarizzare le terminazioni nervose.

Applicando il farmaco direttamente nella zona da curare si riducono i tempi terapeutici con conseguente regressione dei sintomi in un tempo minore.

Affezioni dolorose (algie) dell'apparato muscolo-scheletrico, derivanti da artrite, artrosi, sciatica, lombalgia, cervicale, strappi muscolari, ecc., vengono quindi curate circoscrivendo l'effetto terapeutico solo alla zona interessata.

La Ionoforesi Deve essere effettuata solo dopo prescrizione medica e con cautela.

Controindicazioni

E' fatto divieto di uso della Ionoforesi ai portatori di pace maker, alle donne in stato di gravidanza.