Tecarterapia Roma

tecarterapia

La Tecarterapia è una delle terapie piu efficaci in fisioterapia per eliminare il dolore e l’infiammazione di una qualunque articolazione.Indicata nel post-traumatico per favorire il drenaggio e l’assorbimento di edema e versamenti, viene anche molto usata nelle lesioni muscolari come strappi o stiramenti.

Dà ossigenazione ai tessuti e richiama elettroliti nella zona di dolore. Spesso il miglior effetto terapeutico si ha in associazione ad altre terapie d’eccellenza come il Laser Yag ad alta potenza.

TECAR: Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo, è una terapia che stimola i naturali processi di riparazione dell’organismo, abbreviando i tempi di recupero motorio. Applicando il principio fisico del condensatore, la Tecarterapia induce all’interno dei tessuti lesi un movimento alterno di attrazione e repulsione (500.000 volte al secondo) delle cariche elettriche degli ioni presenti nei tessuti corporei. Questa stimolazione a livello cellulare produce un aumento della temperatura interna e la riattivazione della circolazione, accelerando i processi riparativi.

Per effettuare il trattamento di tecarterapia il paziente deve essere sempre a contatto con una piastra metallica, mentre l’elettrodo, sia il capacitivo che il resistivo vengono posizionati o spostati sul paziente dal fisioterapista, utilizzando una crema conduttiva. La Tecar ha due manipoli che hanno funzioni differenti:

  • La modalità capacitiva agisce sui tessuti e sulle strutture maggiormente idratate come i muscoli, i vasi sanguigni e i vasi linfatici, il manipolo della tecar viene spostato costantemente dal fisioterapista per effettuare un massaggio durante il quale il paziente percepisce solo un piacevole calore. In alcuni casi, quando ad esempio ci troviamo difronte ad un infiammazione in fase acuta, viene fatto in atermia, ossia senza innalzare la temperatura del tessuto che stiamo trattando, ma sfruttando sempre la capacità della tecar di  favorire la circolazione e quindi drenare eventuali edemi o versamenti. 
  • La Tecarterapia resistiva invece viene agisce su tessuti e strutture con alta densità connettivale (capsule articolari, cartilagini, cordoni fibrotici, legamenti, osso, tendini ecc.).il manipolo della tecar viene tenuto praticamente fermo dal fisioterapista sul punto che stiamo trattando.

Nella maggior parte dei trattamenti di tecarterapia vengono effettuati, a seconda dell’estensione della zona che dobbiamo trattare, dai 5 ai 10 minuti in modalità Capacitiva, poi dai 5 ai 10 minuti in modalità Resistiva e per concludere il trattamento con la tecar effettuiamo altri 5-10 minuti di massaggio in modalità Capacitiva. In questo modo effettuiamo un validissimo lavoro sui tessuti danneggiati, vascolarizzandoli e facendo un grosso ricambio cellulare. Inoltre lavorando con la tecar su tutta la zona interessata ma possiamo agire anche nelle zone limitrofe ottenendo un rilassamento dei muscoli contratti riducendo fin da subito i sintomi dolorosi.

La Tecar ha effetti molto positivi sia per ridurre il dolore che per facilitare la mobilizzazione. Indicazioni terapeutiche della Tecarterapia sono numerose efficace nei dolori:

  • Lombari
  • Cervicali
  • Dorsali
  • Spalla, caviglia, ginocchio e anca

Nelle infiammazioni come

  • l'epicondilite,
  • la sindrome della cuffia dei rotatori,
  • la tendinite rotulea ,
  • la fascite plantare,
  • la tendinite dell'achilleo, la gonartrosi, la rizoartrosi, la coxartrosi e le coxalgie.

Fra le patologie o le condizioni nelle quali si sono ottenuti buoni risultati ricordiamo le lesioni traumatiche di tipo acuto, Il vantaggio della Tecarterapia rispetto ad altre terapie energetiche è che, poiché l'energia proviene dall'interno, è possibile interessare anche strati profondi, non trattabili con trasferimenti esterni di energia per i danni alla cute causati dalle energie emesse.
La Tecarterapia  non ha effetti collaterali e ciò consente di applicarla in tempi molto ravvicinati al trauma, ripetendola eventualmente più volte al giorno, inoltre può essere associata senza problemi ad altre terapie, come la terapia manuale.

Una seduta di Tecarterapia ha una durata media di circa mezz'ora. Solitamente, un ciclo di cura completo consta mediamente di un numero di sedute che varia da 6 a 10. Tutte le fasi del trattamento avvengono sempre sotto il controllo di un operatore.

d’eccellenza come il Laser Yag ad alta potenza.

TECAR: Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo, è una terapia che stimola i naturali processi di riparazione dell’organismo, abbreviando i tempi di recupero motorio.
Applicando il principio fisico del condensatore, la Tecarterapia induce all’interno dei tessuti lesi un movimento alterno di attrazione e repulsione (500.000 volte al secondo) delle cariche elettriche degli ioni presenti nei tessuti corporei. Questa stimolazione a livello cellulare produce un aumento della temperatura interna e la riattivazione della circolazione, accelerando i processi riparativi.

Per effettuare il trattamento di tecarterapia il paziente deve essere sempre a contatto con una piastra metallica, mentre l’elettrodo, sia il capacitivo che il resistivo vengono posizionati o spostati sul paziente dal fisioterapista, utilizzando una crema conduttiva.

La Tecar ha due manipoli che hanno funzioni differenti:

  • La modalità capacitiva agisce sui tessuti e sulle strutture maggiormente idratate come i muscoli, i vasi sanguigni e i vasi linfatici, il manipolo della tecar viene spostato costantemente dal fisioterapista per effettuare un massaggio durante il quale il paziente percepisce solo un piacevole calore. In alcuni casi, quando ad esempio ci troviamo difronte ad un infiammazione in fase acuta, viene fatto in atermia, ossia senza innalzare la temperatura del tessuto che stiamo trattando, ma sfruttando sempre la capacità della tecar di  favorire la circolazione e quindi drenare eventuali edemi o versamenti.  La Tecarterapia resistiva invece viene agisce su tessuti e strutture con alta densità connettivale (capsule articolari, cartilagini, cordoni fibrotici, legamenti, osso, tendini ecc.).il manipolo della tecar viene tenuto praticamente fermo dal fisioterapista sul punto che stiamo trattando.

FOTO

Nella maggior parte dei trattamenti di tecarterapia, vengono effettuati, a seconda dell’estensione della zona che dobbiamo trattare, dai 5 ai 10 minuti in modalità Capacitiva, poi dai 5 ai 10 minuti in modalità Resistiva e per concludere il trattamento con la tecar effettuiamo altri 5-10 minuti di massaggio in modalità Capacitiva. In questo modo effettuiamo un validissimo lavoro sui tessuti danneggiati, vascolarizzandoli e facendo un grosso ricambio cellulare. Inoltre lavorando con la tecar su tutta la zona interessata ma possiamo agire anche nelle zone limitrofe ottenendo un rilassamento dei muscoli contratti riducendo fin da subito i sintomi dolorosi.

La Tecar ha effetti molto positivi sia per ridurre il dolore che per facilitare la mobilizzazione.
Indicazioni terapeutiche della Tecarterapia sono numerose efficace nei dolori:

·         Lombari

·         Cervicali

·         Dorsali

·         Spalla, caviglia, ginocchio e anca

Nelle infiammazioni come

·         l'epicondilite,

·          la sindrome della cuffia dei rotatori,

·         la tendinite rotulea ,

·          la fascite plantare,

·         la tendinite dell'achilleo, la gonartrosi, la rizoartrosi, la coxartrosi e le coxalgie.


Fra le patologie o le condizioni nelle quali si sono ottenuti buoni risultati ricordiamo le lesioni traumatiche di tipo acuto, Il vantaggio della Tecarterapia rispetto ad altre terapie energetiche è che, poiché l'energia proviene dall'interno, è possibile interessare anche strati profondi, non trattabili con trasferimenti esterni di energia per i danni alla cute causati dalle energie emesse.
La Tecarterapia  non ha effetti collaterali e ciò consente di applicarla in tempi molto ravvicinati al trauma, ripetendola eventualmente più volte al giorno, inoltre può essere associata senza problemi ad altre terapie, come la terapia manuale.

Una seduta di Tecarterapia  ha una durata media di circa mezz'ora. Solitamente, un ciclo di cura completo consta mediamente di un numero di sedute che varia da 6 a 10. Tutte le fasi del trattamento avvengono sempre sotto il controllo di un operatore.